La chirurgia episclerale

Questa tecnica viene utilizzata per curare il distacco di retina. Si chiama episclerale perché si esegue sulla sclera, la parte esterna e bianca dell’occhio.

Il piombaggio

Con l’episclerale la rottura che ha provocato il distacco di retina viene chiusa avvicinando la parete dell’occhio alla rottura stessa, otturandola. Per poterlo fare si esegue il piombaggio, cioè si pone sulla sclera una piccola spugna di silicone che occlude la rottura.

Il cerchiaggio

Per ridurre la trazione del vitreo sulla retina, e quindi sulla rottura, si può anche aggiungere una banda di silicone che stringe l’occhio all’equatore come fosse una cintura. Questa banda di silicone, chiamata cerchiaggio, riduce il diametro dell’occhio e le forze esercitate dal vitreo staccato sulla retina stessa.

Chiudere la rottura in alcuni casi può essere già considerato un trattamento sufficiente per curare il distacco di retina. Il liquido sotto-retinico viene normalmente riassorbito dall’occhio stesso e non sempre è necessario rimuoverlo.

Svantaggi e vantaggi

L’occhio trattato con il piombaggio o il cerchiaggio può sviluppare difetti visivi: ciò significa che un occhio miope può diventare ancora più miope, e che un occhio emmetrope (cioè che non necessita occhiali per vedere da lontano) può diventare miope.

Il vantaggio di questa tecnica è la relativa rapidità di esecuzione ed il fatto che l’intervento è poco invasivo perché eseguito solo esternamente all’occhio.